3.3.14

Panna rappresa fatta in casa (homemade clotted cream)

Questa ricetta vi manca!
Ne sono sicura al 99%.. La panna rappresa non l'avete mai provata!
Sbaglio forse?
Beh, che state aspettando? 
Correte a comprare la panna fresca che è ora di mettersi al lavoro!


Tra i miei libri di cucina preferiti, si è aggiunto da un po' di tempo, quello di Jane Pettigrew: Bocconcini per il tè. E' una raccolta di ricette tipicamente anglosassoni sia dolci che salate.. direi che la mia versione è un po' datata, è del 1990, ma le ricette sono di sicuro effetto :) 
Per farvene capire la golosità vi consiglio di dare un'occhiata ai miei Cubetti di Natale, anch'essi tratti da questo libro.
Comunque, tornando a noi e alla nostra panna.. avevo adocchiato questa ricetta da un paio di mesi ed ero davvero curiosa di provarla! Anche perché prossimamente vi proporrò degli scones (sempre tratti da quel libro).. e volevo mangiarli come si deve.. Con appunto la clotted cream!! 
Non siete curiosi anche voi di sapere che gusto ha? e non sto parlando di simil-panna-rappresa o intrugli vari.. questa è quella inglese, homemade!
Io la trovo deliziosa!! Sa di panna ma ha la consistenza del formaggio spalmabile, é dolce ma non è assolutamente stucchevole.. Si sposa benissimo con le focaccine inglesi e la marmellata! insomma, deve assolutamente essere fatta almeno una volta nella vita!
"la ricca e spessa clotted cream, che è originaria del West Country, è una delle più deliziose farce per dolci, paste e dessert. Di solito si serve con scones tiepidi e marmellata di fragole"
Davvero semplice, anche se un po' lunga da preparare, vi conquisterà :)


L'unica cosa a cui dovrete far attenzione é la scelta della panna: non deve essere ultra-pastorizzata! Se non è per niente pastorizzata ancora meglio, ma io al supermercato ho trovato dopo quella pastorizzata con un contenuti di grassi pari al 35%, per cui ho usato quella e beh, il risultato e stato ottimo, non immagino con della panna ancora più grassa.. Mmm.. Deve essere una libidine! Comunque passiamo alla ricetta.. ma prima di cominciare ci tengo a precisare che nel libro di Jane Pettigrew la panna veniva riscaldata a fuoco bassissimo su un fornello, io, dopo aver spulciato un po' di ricette nel web, ho preferito metterla nel forno a bassa temperatura, in questo modo non ho dovuto controllarla e ha fatto tutto da sè.

Panna rappresa homemade
1 litro di panna fresca da montare non ultra-pastorizzata (con almeno 35% grassi, di più è ancora meglio!)

Versate la panna fresca in un pentolino adatto al forno abbastanza piccolo (la panna dovrà formare uno strato alto circa 5 cm) e copritelo con della carta stagnola. Accendete il forno a 80° C e lasciatevi all'interno il pentolino per 8-12 ore. Quando noterete che sulla superficie della panna si sarà formata una pellicina giallognola allora potrete togliere dal forno il pentolino. Lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente, quindi riponetelo in frigorifero per altre 8 ore. A questo punto scremate la panna rappresa aiutandovi con un cucchiaio, versatela in un vasetto di vetro e conservatela in frigorifero per al massimo 4 giorni.

Note: 
-importantissimo: non toccare, nè muovere, la pellicina giallina prima del riposo in frigorifero!
-Può sembrare schifosa questa cosa ma vi assicuro che non è panna andata a male! E' buonissima!
-La pellicina gialla è commestibile, vi basterà amalgamarla al resto della panna rappresa che troverete appena sotto quest'ultima. Se proprio proprio non volete mangiarla potrete toglierla, certo è che perderete gran parte del prodotto.
-Se la clotted cream dovesse risultare troppo soda per i vostri gusti vi basterà aggiungere un paio di cucchiai del liquido rimasto.
-Il liquido rimasto può benissimo essere riutilizzato per la preparazione di dolci o salse salate. Io l'ho usato per degli scones che vi proporrò la prossima settimana. E' comunque a metà tra uno yogurt e del latte, azzarderei forse a definirlo simile al buttermilk.. non assicuro niente :) ho invece letto in un blog che può essere sostituito all' half and half (che non so cos'è :D)
-La panna rappresa non può essere congelata.


Vi giuro che se la provate non la mollate più! l'unico inconveniente è che con queste dosi ne viene fuori davvero tanta quindi, onde evitare di stare male, vi consiglio di preparala in occasione di un tè con un bel po' di amiche oppure di provare a diminuire le dosi :) a voi la scelta!


Torno a letto, che l'influenza non mi lascia in pace!!
un bacio, 
buona settimana!
Silvia

57 commenti:

  1. Questa ricetta non ce l'ho...d'altra parte eri sicura al 99%!! :D
    E il bello è che non so neppure quale potrebbe essere il gusto che viene fuori alla fine...però questa cosa che un té all'inglese, senza questa cosina qui in mezzo agli scones, non è un té all'inglese, mi fa venir voglia di provarci, magari in quantità ridotte... Le tue foto (incantevoli come sempre) fanno il resto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, è stupefacente :) davvero è buonissima!! è proprio panna cremosa, non montata.. proprio morbida :P
      provale e non te ne pentirai :)
      bacio

      Elimina
  2. Non conoscevo questa farcitura! Brava ad averla scovata e grazie per avercela proposta! Brava Silvia!!

    RispondiElimina
  3. oddio, adoro la clotted cream!
    perfetta con scones and strawberry jam
    ecco, ora muoro
    grazie mille per la ricetta, salvata nei bookmarks ;)
    buon pomeriggio
    Lou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii <3 vero che è buonissima? la metterei ovunque!!
      gnam gnam :)
      bacio!!

      Elimina
  4. La panna rappresa non la conoscevo per niente. Però sembra davvero buona! Mi piace anche il buttermilk che avanza. :-)
    Cara Silvia ho dato una sbirciatina al post precedente, che avevo perso, le tortine sono stupende, e anche le foto. Continua così senza farti nessun problema.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah no? io la leggevo sempre nei blog inglesi e continuavo a dirmi: devo farla, devo farla! :) è buonissima, credimi!!
      grazie per la sbirciatina e per le "rassicurazioni" :) continuerò a lavorare su questa scia, un bacio! alla prossima :)
      p.s: mi piace il fatto che hai controllato di non aver perso qualcosa.. vuol dire che ci tieni davvero <3 sei gentilissima <3 <3 <3

      Elimina
  5. Avevo già sentito parlare di questa clotted cream ma non l'ho mai assaggiata e neanche mai preparata....sono molto curiosa di sentirne il sapore non sembra difficile da preparare, ti farò sapere...grazie Silvia e rimettiti presto!!! :) Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' semplicissima da fare.. quasi quasi si fa da sè!! :)
      fammi sapere come va!
      un bacio!

      Elimina
  6. Curiosa questa panna tesoro ma sono certa che deve essere deliziosa perché mi fido di te e delle immagini che ci mostri ed appassionata di dolci inglesi questa panna é il top per accompagnare qualsiasi dolce soprattutto gli scones!!! Brava come sempre tesoro, mi salvo subito la ricetta!!! Un grande bacione, Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sisi, vedrai che buoni gli scones che vi proporrò lunedì :) non li avevo mai provati, e dopo averli assaggiati con questa panna, me ne sono follemente innamorata <3
      un bacione tesoro!

      Elimina
  7. fantastica e bravissima davvero, mi hai fatto una voglia che me la farà provre sicuramente, adesso poi che ci sono le prime fragole fresche napoletane, uno scones o uno shortbread con questa delizia non me lo toglie nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragionee, con le fragole deve essere fantastica :) fammi sapere come va eh ) che poi la rifaccio anche io!! un bacione!

      Elimina
  8. Mi manca eccome, ma provvederò sicuramente..è troppo golosa :-P

    RispondiElimina
  9. ne avevo sentito parlare ma non pensavo si potesse fare in casa...grazie silvia, sei mitica!
    half and half sarebbe una crema ( usata negli states) formata per metà da latte e metà panna!

    Un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per i complimenti :)
      comunque ti svelo un segreto, io l'half and half allora l'ho usato nel caffè, non ti dico che goduriaaa :P
      un bacione e grazie per la dritta :)

      Elimina
  10. Ma ne sai una più del diavolo?! Fantastica cara Silvietta, avevo letto qualcosa ma solo adesso mi soffermo a vedere di cosa si tratta!!! Ia devo provare... uff troppe cose da provare, conoscere, sperimentare... ce la farò mai? bah spero :) brava brava sei, sempre alla ricerca della particolarità, apprezzo tantissimo e ogni volta non vedo l'ora di scoprire quale particolarità mi mostrerai! un bacione piccola genietta e foto sempre bellissime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahaha, credimi, se ne sapessi una più del diavolo probabilmente sarei già volata ai Caraibi, senza libri, senza studio, circondata da tanti fusti e sorseggiano drink alla frutta :) no, non ne so una più del diavolo. solo mi piace l'originalità e a doro pasticciare :D ahahah
      Comunque anche io ho una lunghissima lista di ricette da provare, e non la finirò mai.. ma se devo essere sincera mi va bene così :) cosa faremmo se finisse subito???? meglio non pensarci :)
      un bacione bella!

      Elimina
  11. Che ricettina fashion! E già non l'ho mai provata ne sapevo cosa fosse questa panna rappresa ma da come l'hai descritta deve essere paradisiaca. Quindi due piccioni con una fava, ci hai ricavato anche il latticello in pratica:). Un salutone, Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! poco lavoro, tanta resa.. mi piace come motto :D

      Elimina
  12. Anch'io faccio parte del 99%!!
    Da provare!!!!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, c'ero dentro anch'io pochi giorni fa :D
      hahaha
      bacio bella!

      Elimina
  13. Caspita e sembra anche semplice da fare!!Ma quanto sei brava tu???? Ps. Mi unisco ora ai tuoi followers. me n'ero dimenticata!!!Perdonata vero? :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo certo :) mica obbligo nessuno :D però grazie, mi fa piacere che tu ti unisca! un bacione, alla prossima ricetta!

      Elimina
  14. Mamma mia che buona che sembraa!!!! Grande Silvia, mi piacciono questi esperimenti fatti in casa!! Ma dimmi un po', che sapore ha? Leggermente acidulo tipo fresh cream? Che belle le foto, resto sempre colpita :) un bacino
    Ps: alla fine anche i miei macarons sono riusciti alla grande, però ho usato il tappettino sai, quelli fatti sulla carta forno erano mostruosi, hihi, mi sa che sono meno precisa di te ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara :) la panna non è per niente acida.. ma proprio zero :D è.. mmm, l'hai mai assaggiata la panna da cucina? ecco, simile.. non è dolce, nè salata.. è neutra, no davvero, devi provarla :)
      bacio!
      p.s.: io ho fatto 3 teglie di macarons fatti nella carta da forno, le prime due erano oscene, la terza era venuta bene :) tutto sta nel prenderci la mano :) comunque sono contenta siano riusciti anche a te :D

      Elimina
  15. Risposte
    1. ??? è una critica o un complimento ???

      Elimina
  16. particolare questa ricettina, assolutamente nuova per me! Tu continua a sperimentare, io ti seguoooooooooooooooo!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D certo certo :) continuerò a fare da cavia :)
      hahahah un bacione cara!

      Elimina
  17. Effettivamente conosco la clotted cream, ma non avevo idea che si preparasse così. Quando dici di preriscaldare il forno a 80° e lasciare la panna all'interno per 12 ore, intendi a forno acceso? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho aspettato che il forno andasse in temperatura.. ho messo dentro la pentola e poi l'ho acceso. Comunque non cambia molto: 80°C sono pochi e il forno impiegherebbe poco più di 15 minuti a raggiungere la temperatura :) se hai altri dubbi chiedimi pure :)
      bacio!

      Elimina
    2. Scusa, Silvia, non mi sono spiegata... intendo: il forno deve rimanere acceso a 80° per tutte le 12 ore o lo porti a 80°, metti dentro la panna e poi spegni?

      Elimina
    3. Ah :) beh, deve rimanere sempre acceso per tutte e 12 ore!

      Elimina
  18. Ma tipo spalmata sulle fette biscottate con un velo di marmellata...? Che meraviglia... Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii, golosissima :) provala, sentirai che buona!!

      Elimina
  19. Ciao, ricetta da copiare.
    Qualcuno sa se è in vendita in Italia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisabbeta, io non l'ho mai vista da nessuna parte, ma abito in un paesino sperduto, magari nei grandi centri o in qualche negozio particolare si trova.. fammi sapere se hai qualche novità così la aggiungo al post ;)
      bacio!

      Elimina
  20. Ciao, indagherò anche se a Milano non l'ho mai vista.
    Oppure vedo se riesco a portarla a casa da Londra.

    Complimenti per le foto, come fai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le foto dici? beh, se ti può interessare ho scritto un post sul come sono i miei set :) lo trovi a questo link http://www.oggipanesalamedomani.it/2014/05/15/dietro-quinte-foodblog-craft-marmalade/ :) fammi sapere che ne pensi! un bacio e se hai altri dubbi io sono qui D

      Elimina
    2. Ciao, ho letto il link.
      Interessante, ,piu'che la parte foto mi piace ed interessa la parte ricerca e sviluppo set.
      Sto cercando sempre la clotted cream poi ti aggiorno

      Elimina
    3. Ottimo :) allora so che se continuerò questa rubrica dedicherò più attenzione ai set!

      Elimina
  21. Brava!
    Tornata da Uk.
    Ho trovato la clotted cream a Londra, ,impossibile da portare a casa von questo caldo.
    Ma ci riprovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tenace però eh :) comunque se hai tempo prova la mia ricetta, magari mi dici se assomiglia alla VERA clotted cream!

      Elimina
  22. Ciao,
    Pensi che possa usare della panna fresca(intendo proprio preda dal produttore)??

    RispondiElimina
  23. Si, penso di si, anzi, probabilmente il prodotto che ne ricavi sarà ancora meglio, la panna presa direttamente dal produttore (caseificio?) non è pastorizzata e quindi garantisce una clotted cream ottima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho la possibilità di prenderla direttamente dal caseificio. Tra l'altro hanno anche quella di bufala... E a detta della proprietaria è anche più grassa di quella vaccina... Quasi quasi provo anche quella di bufala...

      Elimina
    2. Di quella di bufala non so nulla, mi spiace ma non so darti informazioni precise.

      Elimina
  24. Ciao Silvia! Sono intenta ad osservare le mie due prime prove di clotted cream. Ho preso mezzo litro di panna in un caseificio e, quando gli ho parlato di questa panna rapprese, mi hanno dato questa panna che loro usano per fare il burro, in effetti è un po' salatina; cosi ho deciso di provare anche la panna da montare che compro al supermercato, in questo caso ne ho preso un litro e l'ho messo sul fornellino come il precedente.
    Mi chiedevo, visto che non vorrei lasciarli 12 ore sul fornello basso, cosa ne pensi se il mezzo litro di panna lo lascio con il coperchio semichiuso (se lo chiudo la panna tende ad uscire perché si gonfia) per 4 ore sul fornello e il litro di panna, sempre con il coperchio semichiuso, per 8 ore?
    Grazie in anticipo :)

    RispondiElimina
  25. Buonissima, grazie, e complimenti per il Blog. Io l'ho preparata nella slow cooker, che anche in questo caso è risultata uno dei miei migliori acquisti.
    Ciao!

    RispondiElimina
  26. L'ho mangiata in un ristorante, ma era aromatizzata al limone...come posso procedere?

    RispondiElimina
  27. Inoltre si può cuocere sui fornelli invece che in forno? E che procedimento usare?

    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. Ho provato ma non è venuta :(

    RispondiElimina